και θελετε γνωρισει την αληθειαν, και η αληθεια θελει σας ελευθερωσει
NEWS
Cerca

BERLIN 3.0

Alzarsi di prima mattina
E prendere la U2
Senza pagare il biglietto
Perché tanto sei italiano

Lasciarsi cullare dal rollio
Ipnotico e costante della rotaia
E dalla voce calda
Che annuncia le stazioni

Arrivare fino al capolinea
E scendere a Pankov
Solo per camminare in mezzo
Ad una strana miscela
Un Oriente morente
Un Occidente nascente

Il primo non ancora morto
Il secondo già molto malato

Giovani scrivono sui muri
Come i coetanei americani
Ma sono figli di crucchi
Con biondi baffi da ratto
Giovani dai capelli tinti
Ma che da bambini sedevano
Su una Trabant 601
Fatta di duroplast

E come strideva amore mio
La tua immagine riflessa
Contro un ex palazzone DDR
Dove ora si vendono
Cazzi di gomma e
Vagine vibranti


© Copyright 2012 — 2013 - Il Reverendo Stone - Credits